Tanzania

Immagini da: TanzaniaImmagini da: TanzaniaImmagini da: TanzaniaImmagini da: TanzaniaImmagini da: Tanzania

Tanzania

"Ogni Mattina in Africa, una gazzella si sveglia, sa che deve correre più in fretta del leone o verrà uccisa. Ogni mattina in Africa, un leone si sveglia, sa che deve correre più della gazzella, o morirà di fame. Quando il sole sorge, non importa se sei un leone o una gazzella: l'importante è correre".
(Proverbio)

Repubblica Unita di Tanzania (Jamhuri ya Muungano wa Tanzania in Swahili): questo è il nome completo che dal 26 aprile del 1964 è stato generato dall'unione, politica e del nome, del Tanganyka con Zanzibar (e le altre isole dell?Oceano Indiano, ex colonie britanniche). Capitale e città di maggiore estensione della Repubblica è Dar Es Salaam. E' una delle nazioni maggiormente significative del suolo africano, sia per la sua ricca storia sia per l'ancor più ricca e incredibilmente molteplicità di risorse naturali. Quasi mille chilometri quadrati di meraviglie che si distinguono in paesaggi estremamente vari anche grazie al macroclima equatoriale che varia sensibilmente da zona a zona. Collocata nella costa orientale dell'Africa centrale, confina a nord con il Kenya e l'Uganda, ad ovest con Burundi, Rwanda e Repubblica Democratica del Congo (ex Zaire), a sud con lo Zambia, il Malwi e il Mozanbico e ad est è bagnata dall'Oceano Indiano. E' qui che troviamo le alture maggiori e le più profonde depressioni di tutta l'Africa. Qui si trova il famoso Kilimanjaro (vulcano di circa 5.900 mt attualmente inattivo), cima più alta di tutto il continente. Qui si trovano i tre grandi laghi africani: il Vittoria (nordovest), il Tanganyka (ovest) e il Malawi o Nyasa (sudovest); gli ultimi due, così come il Natron con le sue acque saline, sono nella rinomata Rift Valley, formazione geologica che attraversa il nostro pianeta dalla Turchia fino al Mozambico. Qui si trovano parchi nazionali, riserve di caccia e zone a gestione controllata, denominati siti Patrimonio Mondiale dall?Unesco (il parco nazionale del Kilimanjaro e quello del Serengeti, la riserva naturale di Ngorongoro, le rovine di Kilwa Kisiwani e di Songo Mnara, ecc.) E' qui che troviamo le perle dell'Oceano Indiano: Zanzibar (separata dalla costa da un canale di circa 32 Km) e Mafia (situata a 25 Km circa dal delta del fiume). Si tratta di un paese povero: non vi infastidite quindi se cercheranno di vendervi qualsiasi cosa in qualunque momento visto che, spesso, per loro il turismo è l'unica fonte di sopravvivenza. In Tanzania, come in altri parti dell'Africa, vige il motto "pole pole" (che significa "piano piano"); lo prendono alla lettera e fanno tutto con estrema lentezza; forse è opportuno apprenderne il salutare segreto! L'Africa ha comunque molto da insegnarci.


Clima

Il clima e le precipitazioni variano a seconda delle aree analizzate: lungo la costa è tropicale, (temperature medie di 26.7°), le zone montuose possono far registrare, in alcuni mesi, dell'anno temperature prossime allo zero, prima del sorgere del sole, mentre sulle isole i venti costanti rendono meno sensibile il caldo. Inoltre, indicativamente, si parla di una stagione delle grandi piogge tra marzo e maggio ed una delle piccole piogge intorno a novembre (comunque, in molte zone, la durata delle piogge è limitata ad alcune ore al giorno).

Fuso orario

GMT(Greenwich) +3. Rispetto all'Italia due ore avanti nel periodo dell'ora solare, mentre durante l'ora legale un'ora.

Lingua

La lingua locale è il Swahili ma l'inglese è d'uso comune.

Valuta

Scellino tanzaniano che equivale a circa 0.52 Euro. Usualmente vengono accettati sia gli Euro che i dollari USA. E' più conveniente cambiare presso gli uffici di cambio, piuttosto che nelle banche o nelle strutture alberghiere. Si consiglia comunque quindi di acquistarne solo per gli importi utili per il periodo di soggiorno. Le carte di credito internazionali sono utilizzabili più facilmente in hotels e in negozi di medio-alta categoria.

Telefono

Per chiamare verso l'Italia il prefisso utile è lo 0039 (+39). Per chiamare dall'Italia comporre il prefisso internazionale è lo 00255. La telefonia mobile GSM è attivata, ma la copertura è ridotta soprattutto alle città principali e i costi possono essere piuttosto elevati. Diverse le postazioni internet.

Rete elettrica

240 volt (talvolta 110 volt). E’ consigliabile munirsi di adattatore universale, essendo usualmante in uso prese tripolari (tipo inglese, con tre lamelle piatte).

Documenti

Documenti personali: Il passaporto deve avere validità residua di almeno 6 mesi dalla data di rientro e deve riportare marca da bollo, anch’essa in corso di validità. Non vi devono figurare visti israeliani.

Minori: A far data dal 26/06/12 si renderà obbligatorio, per l’attraversamento delle frontiere, che tutti i minori Italiani siano muniti di documento di viaggio individuale (passaporto). Non saranno più ritenute valide le iscrizioni dei minori sul passaportodel genitore. Il passaporto del genitore attestante l’iscrizione del minore, resta comunque valido fino alla data di scadenza solo ed esclusivamente per il genitore. Dal 26 giugno 2012 non potranno essere accettati coloro che dovessero presentarsi senza requisiti di cui sopra.
Si fa presente inoltre che la normativa sui viaggi all’estero dei minori varia anche in funzione delle disposizioni nazionali dei singoli Paesi.

Vi ricordiamo sempre che l'ente preposto a dare le informazioni esatte per il rilascio e validità dei passaporto è e rimane la Polizia di Stato (http://poliziadistato.it/).

LA BOLLE D'ACQUA  VIAGGI NON RISPONDE DI MANCATA PARTENZA O ALTRI DISGUIDI CAUSATI DALLA NON VALIDITA' DEI DOCUMENTI DEI PASSEGGERI.

Visto:Per i cittadini italiani il visto d'ingresso è obbligatorio; è richiedibile presso l'Ambasciata di Tanzania, a Roma, o presso il Consolato di Tanzania, a Milano, oppure verrà rilasciato in loco, pressso l'aeroporto (costo indicativo 50 USD).

Salute

Non è obbligatoria alcuna vaccinazioni per entrare nel Paese. Consigliatevi con il vostro medico circa l'eventuale vaccinazione contro la febbre gialla, profilassi antimalarica. E' bene tenere presente che il servizio sanitario locale è piuttosto carente sia in merito alle strutture sia in merito ai farmaci utili. Inoltre è bene evitare rapporti sessuali non protetti, essendo l'AIDS molto diffuso.

Alcuni utili suggerimenti: è consigliabile non bere bevande che non siano in bottiglia sigillata ed evitare bibite con ghiaccio. Soprattutto durante il periodo estivo, prestare attenzione all'aria condizionata, spesso in ampio contrasto con la temperatura esterna. Da non dimenticare creme solari protettive. Dal momento che non è semplice reperire medicine presenti sul nostro mercato, è consigliabile portare dall'Italia antibiotici, anti influenzali e prodotti contro le infezioni intestinali, oltre a qualsiasi farmaco indispensabile al singolo partecipante, conformemente con le norme aeroportuali che regolano la sicurezza. Importante anche proteggersi dalle punture di zanzare e di insetti, in senso generale.

Normative

Ricordiamo che le compagnie aeree prevedono l'imbarco bagagli con una franchigia di 20 Kg/passeggero.
Inoltre a partire dal 6 novembre 2006 vengono applicate le nuove regole di sicurezza che limitano la quantità di sostanze liquide che è possibile portare attraverso e oltre i punti di controllo di sicurezza aeroportuale (ossia tramite il "bagaglio a mano"); a tali normative sono soggetti tutti i passeggeri in partenza dagli Aeroporti dell'Unione Europea, compresi voli nazionali, su qualunque destinazione. Non vi sono invece ulteriori limitazioni inerenti il bagaglio da stiva. Clicca qui per maggiori informazioni.

Tassa d'uscita: Obbligatoria di 38,00 USD circa, da pagare in loco.

Formalità Valutarie: Non esistono particolari restrizioni per l'importazione di valuta; euro e dollaro sono ugualmente accettati e convertibili in moneta locale.
Quanto specificato potrebbe essere soggetto a modifiche, a seconda delle variazioni alle normative locali.

Formalità doganali:
Rimpatrio: se arrivi da un Paese extra europeo, puoi introdurre in Italia fino a 200 sigarette, 50 sigari, un litro di bevande alcoliche, un profumo, un'acqua di colonia, 500 grammi di caffè e 100 grammi di tè. Se provieni invece da un Paese della Comunità Europea hai meno limitazioni e puoi portare fino a 800 sigarette, 200 sigari, 110 litri di birra, 90 litri di vino e da 10 a 20 litri di alcolici a seconda della gradazione (10 se superiore a 22 gradi, 20 se inferiore a 22 gradi). Per maggiori informazioni consultate il sito http://www.agenziadogane.it/, sezione "consigli per il viaggiatore", carta doganale.



Altre info

Ambasciata d'Italia in Tanzania - Dar El Salaam
P.O. Box 2106 316, Lugalo Road Upanga - Dar El Salaam - Tanzania
Tel.: 00255.22.2115935/6 Fax: 00255.22.2115938
E-mail: segr.dar@esteri.it
Pagina web: www.ambdaressalaam.esteri.it
Agenzia Consolare Onoraria in Zanzibar
P.O. Box 4700 Zanzibar - Tanzania
Tel.: 00255.24.2239452 -  Fax: 00255.24.2232743

Abbigliamento: si consiglia abbigliamento pratico e leggero, possibilmente in tessuti naturali e in tinte chiare, soprattutto per chi si reca in Safari. Per la sera è bene portare con sè qualche capo a manica lunga e pantaloni, per proteggersi dagli insetti (utile anche un buon repellente). Per coloro che hanno intenzione di effettuare delle escursioni sul Kilimanjaro è bene essere provvisti di abbigliamento caldo, considerando le temperature raggiungibili ad elevate altitudini. Nelle zone a predominanza mussulmana (es. Zanzibar) per circolare in città, rispettando gli usi e i costumi locali, gli uomini dovrebbero portare pantaloni lunghi e le donne pantaloni lunghi o gonne fino al ginocchio, spalle ed ombelico coperti.

Acquisti: l'artigianato locale consta di splendidi oggeti in legno scolpito, lavori in rame e cuoio, tessuti con caratteristiche lavorazioni e decori per parei e tappeti. Si possono trovare minerali di ogni genere e pietre semipreziose. Importante ricordare che è utile, se non indispensabile, contrattare qualsiasi acquisto, partendo dalla metà del prezzo inizilmente richiesto.

Mance: per quanto non obbligatorie, sono comunque ben accette ed apprezzate da guide, autisti, camerieri, tassisti, ecc.


Tutte le informazioni sono da considerarsi indicative e da verificare presso enti ed uffici preposti

Comunicazione obbligatoria ai sensi dell’art. 16 della Legge 269/98: la legge italiana punisce con la pena della reclusione i reati inerenti la prostituzione e la pornografia minorile, anche se gli stessi sono commessi all’estero